Start living nuovo album di Donavon Frankenreiter

Per creare il suo quinto full-length album Inizio Livin ‘, Hawaii-based cantante / chitarrista / songwriter Donavon Frankenreiter rintanati in una California del Sud studio per sette giorni con la sua lunga data bassista Matt Grundy – e nessun altro. Il follow-up al 2010 di Glow, Start Livin ‘è un nove-track selezione di infusi folk-canzoni che riflettono dolcemente la semplicità della loro registrazione. Con la sua liscia vetrina di Frankenreiter è ricco, il miele di spessore voce e chitarra di lavoro magistrale, Start Livin ‘ha tutta l’intimità di una improvvisata back-veranda prestazioni e la tenerezza di una lettera d’amore tesoro. “Start Livin ‘è fondamentalmente un album d’amore”, dice Frankenreiter, che ha co-prodotto il disco insieme a Matt Grundy e Adam Ableman. “La maggior parte delle canzoni sono di mia moglie ei nostri due ragazzi, e la vita che abbiamo costruito insieme alle Hawaii.” Grazie al calore contagioso Frankenreiter e sensibilità pop finemente levigate, ognuna di queste canzoni ha l’effetto singolare di coinvolgere l’ascoltatore in quel mondo luminoso e ventilato per un blissed-out momento.Per creare il suo quinto full-length album Inizio Livin ‘, Hawaii-based cantante / chitarrista / songwriter Donavon Frankenreiter rintanati in una California del Sud studio per sette giorni con la sua lunga data bassista Matt Grundy – e nessun altro. Il follow-up al 2010 di Glow, Start Livin ‘è un nove-track selezione di infusi folk-canzoni che riflettono dolcemente la semplicità della loro registrazione. Con la sua liscia vetrina di Frankenreiter è ricco, il miele di spessore voce e chitarra di lavoro magistrale, Start Livin ‘ha tutta l’intimità di una improvvisata back-veranda prestazioni e la tenerezza di una lettera d’amore tesoro. “Start Livin ‘è fondamentalmente un album d’amore”, dice Frankenreiter, che ha co-prodotto il disco insieme a Matt Grundy e Adam Ableman. “La maggior parte delle canzoni sono di mia moglie ei nostri due ragazzi, e la vita che abbiamo costruito insieme alle Hawaii.” Grazie al calore contagioso Frankenreiter e sensibilità pop finemente levigate, ognuna di queste canzoni ha l’effetto singolare di coinvolgere l’ascoltatore in quel mondo luminoso e ventilato per un blissed-out momento.

Lascia un commento